La tua vita è un libro

La tua vita è un libro

18 maggio 2018

Anche le parole scritte, non si sentono, ma hanno un’eco. Sabato e domenica, nello spazio libri e letture tra il primo cortile della Reggia e il giardino, con il supporto di Eco e Psiche, avrete la possibilità di raccontarvi, e trasferire le vostre emozioni sulla carta.

Un giorno un uomo. Un giorno una donna. Un giorno un uomo e una donna. Un giorno io. Un giorno lui. Un giorno lei. Un giorno…

Ogni giorno tutti vivono le proprie esperienze personali. Ognuno ha l’opportunità di attraversare istanti memorabili e altri apparentemente trascurabili. Ma ogni esperienza, anche la più banale, può emergere nei ricordi d’improvviso e imporre un’esigenza interiore di narrazione. Capita più spesso di raccontare oralmente le nostre vicende personali, anche se oggi, con i mezzi di comunicazione scritti di cui disponiamo, sembra di assistere a un’inversione di tendenza. Oggi molti si raccontano attraverso parole e immagini sui social network e sui diversi canali virtuali. L’eco di tutti questi racconti si diffonde sulle strade del mondo e sui fili Internet.

L’Associazione Eco e Psiche vuole semplicemente mettersi all’ascolto. Raccogliere l’eco del racconto orale, e attraverso un processo di sedimentazione e rielaborazione narrativa, riporlo su una pagina scritta. Anche le parole scritte, non si sentono, ma hanno un’eco. Quando un uomo o una donna iniziano a raccontarsi c’è sempre qualcosa di interessante, soprattutto per scrittori e psicologi che per passione e professione sono predisposti a cogliere le sfumature dell’animo umano. È sulla base di questo scambio imprescindibile tra narratore e ascoltatore che nasce l’idea del progetto “La tua vita è un libro”.

Chiunque desideri condividere un frangente della propria vita potrà raccontarlo. Che sia un episodio avventuroso o quotidiano o un momento mai condiviso prima o condiviso già con tanti. Il racconto avverrà alla presenza di una scrittrice e una psicologa. Il fine del progetto non è quello di analizzare o giudicare la persona, ma quello di condividere un’esperienza e di vederla poi tramutata in un racconto scritto. Il racconto orale dunque verrà guidato delicatamente dalla psicologa che ne farà emergere i tratti salienti, cercando di cogliere anche quelli emozionali ed espressivi della voce narrante. Il racconto scritto invece sarà opera di una scrittrice che mescolerà alla realtà narrata le proprie suggestioni e la propria fantasia. Ne risulterà dunque una narrazione condivisa e originale. Un esperimento adatto a tutti coloro che sono curiosi di leggere una storia “su misura”. Una storia in cui perdersi ma sempre ritrovarsi.

QUANDO E DOVE

Sabato e domenica, nello spazio libri e letture tra il primo cortile della Reggia e il giardino, con il supporto dell’Associazione Eco e Psiche, avrete la possibilità di raccontarvi, e trasferire le vostre emozioni sulla carta.