Attività

Sabato 15 giugno 2019

10:00

There’s a crack in everything

C’è chi sostiene che l’arte scaturisca dalla sofferenza e chi invece dice che l’arte nasca nonostante la sofferenza. Quel che è certo, è che la scrittura prende il materiale della vita e lo trasforma: utilizza le ferite e le sutura, le rimargina attraverso le parole, impastando la vita con l’invenzione, la memoria con l’immaginazione e dando un senso e un significato a ciò che a volte sembra non averlo.

Parleremo di marmellate e cavolfiori, delle cose che abbiamo da dire, di dervisci danzanti e del Genio che è in ognuno di noi. Ma soprattutto scriveremo, andremo a scavare, porteremo alla luce ferite e le sutureremo insieme, facendole brillare.

Con Lucia Gaiotto (Scuola Holden).

Partecipazione gratuita, iscrizione obbligatoria. Invia una mail con i nominativi dei partecipanti e il tuo recapito telefonico: 3271929642.

PER APPROFONDIRE

Area ristorante
10:30

Tappetondo

Laboratorio a cura di NaDé. Laboratorio di tessitura circolare. Realizzeremo un tappeto di forma rotonda grazie all’uso di un inusuale telaio e a vecchie t-shirt. Occorrente: tante, tante, tante t-shirt.

Partecipazione gratuita, iscrizione obbligatoria. Invia una mail con i nominativi dei partecipanti e il tuo recapito telefonico: 3271929642.

PER APPROFONDIRE

Primo cortile della Reggia
15:30

Come sopravvivere all’orologiaio matto

Laboratorio per grandi (da 18 a 99 anni) che vogliono guardarsi indietro per andare avanti.

A cura di Alessandra Sbarra e Francesca Fadda, psicoterapeute, Associazione Sensibilizzazione Alopecia Areata.

Partecipazione gratuita, iscrizione obbligatoria fino ad esaurimento posti. Per info e prenotazioni: 3271929642.

PER APPROFONDIRE

Biblioteca
18:30

Wine after Wine

Dialogo di un mescitore di vini e di un degustatore o Degli effetti riparatori del vino. Iscrizione obbligatoria, € 10,00 a persona: 3271929642

I 6 vini selezionati appositamente per e da condividersi con il pubblico del FESTIVAL della LENTEZZA 2019 non saranno che un assaggio di quella sorta di infinitamente vasta “Carta dei Vini Riparatori” che, se redatta un bel giorno, andrebbe a costituire il più sincero rendimento di grazie dell’Uomo al migliore dei suoi possibili “Grilli Parlanti”, LSS, o “Angeli Custodi”: il vino, proprio lui.

DIEGO SORBA è oste da tredici anni in Parma, ma per colpa del vino ha tradito gli studi di Letteratura, seppur ottenendo in cambio ispirazione, visione, respiro per tutte le sue opere future, di cui comunque ad oggi non è stato ancora ultimato un solo capitolo.

PIERLUIGI GORGONI, nonostante i ruoli ufficiali di Docente di Degustazione Critica ed Enografia nazionale e Internazionale per ALMA – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana (dal 2004) egli è prima di qualsiasi altro incarico o professione uno dei maggiori conoscitori dell’opera di Derek Walcott, immenso poeta caraibico (Premio Nobel 1992 per la Letteratura).

Giardino Ducale

Domenica 16 giugno 2019

9:30

Il piedibus del Ben Essere, camminare aggiusta

Camminare fa rima con rallentare. Lentezza… fa rima con bellezza. Camminare a passo lento, per scoprire la Bellezza, con il Piedibus del Ben Essere, ovvero, Laboratorio in movimento di Promozione della Salute.

A cura della dottoressa Ermina Battista, coordinatrice della Rete per la Promozione della Salute della USL Umbria 1 e del Team dei Volontari che ci guideranno in un “viaggio alla scoperta di Colorno“.

Partecipazione gratuita, iscrizione obbligatoria. Invia una mail con i nominativi dei partecipanti e il tuo recapito telefonico: 3271929642.

In caso di maltempo l’evento è annullato.

PER APPROFONDIRE

Primo cortile della Reggia
10:00

Il riciclo in panificazione e pasticceria

A cura del Panificio Borlenghi.

Lievito madre, tutti i segreti del riciclo e l’utilizzo in focacceria con erbe spontanee, cucinare con gli scarti dell’estrattore , plun cake in vaso-cottura e fiori.

In collaborazione con Ilaria Bercini, top chef di tv Parma.

Partecipazione gratuita, iscrizione obbligatoria. Invia una mail con i nominativi dei partecipanti e il tuo recapito telefonico: 3271929642.

In caso di maltempo l’evento è annullato.

Giardino Ducale
10:15

Aggiustiamo la rotta

Laboratorio artigianale  a cura di NaDé. Laboratorio di gentilezza.

Realizzeremo un contenitore da portare sempre con noi pieni di CaldiMorbidi per ogni evenienza. Conosceremo la storia dei CaldiMorbidi per farne buon uso. Occorrente: pezzette, stoffe di riciclo, carta, nastri o cordini.

Partecipazione gratuita, iscrizione obbligatoria. Invia una mail con i nominativi dei partecipanti e il tuo recapito telefonico: 3271929642.

PER APPROFONDIRE

Primo cortile della Reggia
11:00

Creare per trasformare

In collaborazione con Itinere, a cura di Viviana Zucchi.

Affronteremmo il tema del tempo che inevitabilmente consuma ogni cosa. La cura, la dedizione e in una buona tecnica può riportare in vita questi “oggetti” vissuti dal tempo. Durante il laboratorio partiremo da una cornice al grezzo per trasformarla in un porta gioie o un porta foto, aggiungendo una rete metallica o dello spago. Con pochi passaggi e qualche dettagli di colore qualche pezzo di legno si può trasformare in un oggetto bello e d’arredamento.

Partecipazione gratuita, iscrizione obbligatoria. Invia una mail con i nominativi dei partecipanti e il tuo recapito telefonico: 3271929642.

In caso di maltempo l’evento è annullato.

PER APPROFONDIRE

Giardino Ducale
11:15

Degustazione guidata di Parmigiano Reggiano

Degustazione guidata lunghe stagionature, a cura di Igino Morini. Introduce Peppino Paolini (Associazione Comuni Virtuosi).

Partecipazione gratuita, iscrizione obbligatoria. In caso di maltempo l’evento è annullato. Per info e prenotazioni: 3271929642.

Area ristorante
15:30

Mettersi in gioco filosofando

Laboratorio di filosofia per grandi e piccini. Con l’Associazione FarFilò. 2 sessioni in contemporanea.

Filó. Il filo del pensiero, l’associazione di filosofi e pedagogisti fondata dal gruppo di ricerca in Filosofia e Pedagogia FarFilò dell’Università di Bologna, si inserisce nella rassegna con due laboratori di dialogo filosofico che invitano adulti e bambini a interrogarsi sul tempo, tenendo d’occhio l’ambivalenza dell’antico termine greco pharmakon, capace di dire sia il rimedio che guarisce che il veleno che intossica.

Che tipo di tempo è quello delle nostre vite? Cosa cura? Cosa trascura? Guarisce? Intossica? Che benefici genera? E quali effetti collaterali comporta? Queste alcune delle domande che animano l’intenzione pedagogica: la sfida è tessere attraverso il dialogo tra i partecipanti ai laboratori un pensiero intersoggettivo che sappia offrire risorse benefiche e donare senso alla relazione di ciascuno con la sua dimensione temporale, biografica e personale quanto umana ed esistenziale.

Partecipazione gratuita, iscrizione obbligatoria. Invia una mail con i nominativi dei partecipanti e il tuo recapito telefonico: 3271929642.

In caso di maltempo l’evento è annullato.

PER APPROFONDIRE

Giardino Ducale

Organizzazione

Patrocini

Main sponsor

Media partner

Partner tecnici