Incontri

Venerdì 14 giugno 2019

18:30

Il tempo del lutto

La perdita di un affetto, di un amore, di un ideale comporta un intenso dolore psichico. Il tempo sembra bloccato e non avere più futuro.

Come si può ritrovare avvenire? Come si può non cadere nel buio della malinconia?

Lectio Magistralis di Massimo Recalcati. Introducono Christian Stocchi (Sindaco di Colorno) e Marco Boschini (Direttore artistico Festival della Lentezza).

Ingresso libero fino ad esaurimento posti. In caso di maltempo l’evento è annullato. Per informazioni: 3271929642.

PER APPROFONDIRE

Secondo cortile della Reggia
20:30

A cena con… Domenico Iannacone

Incontro con il giornalista di RAI 3 Domenico Iannacone. Dalle inchieste de “I dieci comandamenti” a “Che ci faccio qui”, la riparazione degli ultimi, testimonianze dall’Italia nascosta.

Introduce Marco Boschini (direttore artistico Festival della Lentezza).

L’incontro si svolge nei pressi dell’area ristorante. E’ possibile cenare e seguire contemporaneamente l’intervista. Il ristorante è sempre attivo, prevede la formula self-service e non si può prenotare il posto a sedere. L’incontro è gratuito, la cena (menù e orario libero) no.

Informazioni sul ristorante.

PER APPROFONDIRE

Area ristorante

Sabato 15 giugno 2019

11:00

Il tempo dell’infanzia come momento di fondazione dell’esperienza umana

Senza un’infanzia piena di allegria e di calore, senza il gioco colmo di fantasia, senza un’infanzia realmente vissuta come tale manca la base sana per la vita futura” (Rudolf Steiner).

Attraverso il contributo di Erika Cavatorta (medico pediatra) e del collegio insegnanti dell’Associazione per la pedagogia Steiner Waldorf di Parma, rifletteremo insieme su come il presente accoglie, custodisce e protegge l’infanzia. Introduce Monica Arcadu (Festival della Lentezza).

Partecipazione libera e gratuita fino ad esaurimento posti, non occorre prenotare. In caso di maltempo l’evento è annullato. Per info: 3271929642.

PER APPROFONDIRE

Anfiteatro
14:30

Adolescenti digitali

Alberto Monteverdi, esperto di comunicazione digitale, e Anna Perna, counselor, entrambi docenti LEN, indagano sul rapporto dei giovani con le nuove tecnologie.

Tante volte noi adulti guardiamo agli adolescenti e al loro eccessivo e spasmodico utilizzo del digitale come a una sorta di devianza, un eccesso da correggere. Ma non è che forse non sono i giovani a dover essere “aggiustati”, ma il modo in cui noi ci relazioniamo a loro sul tema della tecnologia e del digitale?

Partecipazione libera e gratuita fino ad esaurimento posti, non occorre prenotare. Per info: 3271929642.

Anfiteatro
15:00

Parmigiano Reggiano: incontro con il nutrizionista Luca Bottoni

Partecipazione gratuita, iscrizione obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni: 3271929642. Introduce Peppino Paolini (Associazione Comuni Virtuosi).

Incontro legato al tempo e al miglioramento di alcuni prodotti nati per migliorare le condizioni di vita e particolarmente vocati alla conservazione. Parmigiano, Evoluzione della qualità in termini di proprietà nutritive e facilità digestiva. Utilizzo del prodotto in qualità di Superfood.

Luca G. Bottoni, parallelamente alla sua vita sportiva, ha seguito un percorso didattico nel mondo dello Sport, ottenendo il massimo riconoscimento dalla Federazione Italiana Fitness. Ha quindi conseguito una specializzazione come Nutrizionista Sportivo presso l’Università di Pavia in Nutraceutica e Nutrigenomica. Ha in seguito proseguito la sua formazione presso A.M.I.A. (Associazione Italiana Medici Antiaging) ottenendone il riconoscimento di Esperto in protocolli Anti-Aging e ha acquisto la carica di Project Manager nella stessa che tutt’ora ricopre.

In caso di maltempo l’evento è annullato.

Area ristorante
16:45

Alla deriva

Presentazione del libro di Duccio Facchini, giornalista di Altreconomia. Introduce Luca Fioretti (Associazione Comuni Virtuosi).

Nel libro “Alla deriva. I migranti, le rotte del Mar Mediterraneo, le Ong: il naufragio della politica, che nega i diritti per fabbricare il consenso“, Duccio Facchini analizza un problema complesso ed estremamente attuale: quello dei flussi migratori verso l’Italia attraverso il Mar Mediterraneo. In un momento di profondo smarrimento etico, questo testo si propone come una guida chiara e sintetica per capire cosa sta realmente accadendo non solo nel Mare Nostrum, ma anche nelle nostre coscienze e nella nostra cultura.

Partecipazione libera e gratuita fino ad esaurimento posti, non occorre prenotare. Per info: 3271929642.

PER APPROFONDIRE

Sala del Trono
17:30

Riparare con l’arte

L’Arteterapia, un’opportunità per trasformare attraverso la creatività. Con Daniela Vecchi (arteterapeuta). Introduce Federica Ballestracci (Festival della Lentezza).

Partecipazione libera e gratuita fino ad esaurimento posti, non occorre prenotare. Per info: 3271929642.

Biblioteca
18:00

Colorno, 1975: bisognava provarci

A 44 anni dalle riprese di “Matti da slegare” Marco Bellocchio dialoga con gli autori del volume “Bisognava provarci. Parma e la malattia mentale: dal manicomio ai servizi psichiatrici territoriali”, promosso dall’associazione Progetto Itaca Parma

Intervengono Pietro Pellegrini (Direttore del Dipartimento Salute Mentale Dipendenze Patologiche Ausl di Parma), Valerio Cervetti, Ilaria Gandolfi, Paola Gennari. Modera Gabriele Balestrazzi. Saluti di Christian Stocchi (Sindaco di Colorno).

Partecipazione libera e gratuita fino ad esaurimento posti, non occorre prenotare. Per info: 3271929642.

PER APPROFONDIRE

Aranciaia
18:30

La via della bellezza

Lectio magistralis di Vito Mancuso. Introduce Marco Boschini, direttore artistico Festival della Lentezza.

Perché ci viene spontaneo raccogliere sulla spiaggia del mare le conchiglie e i sassolini più belli? Perché rimaniamo incantati davanti a un volto umano o a un dipinto, o avvertiamo un’inesprimibile dolcezza interiore ascoltando musica, o ci soffermiamo con gli occhi spalancati a contemplare un tramonto? Perché, in altre parole, ricerchiamo quella rivelazione, quell’epifania che definiamo bellezza?

Vito Mancuso affronta in questo nuovo affascinante libro un mistero che è tipico dell’uomo, e ne interpreta le profondità per farne la bussola capace di orientare il cammino verso la verità. Introduce Marco Boschini (Direttore artistico Festival della Lentezza).

Partecipazione libera e gratuita fino ad esaurimento posti, non occorre prenotare. In caso di maltempo l’evento è annullato. Per info: 3271929642.

PER APPROFONDIRE

Secondo cortile della Reggia
20:00

Ammirare la scia: cosmologia della lumaca e altre lentezze

Sabato 15 giugno (ingresso libero fino ad esaurimento posti), ore 20.00, secondo cortile della Reggia. Piero Martin dialoga con Vinicio Capossela.
La civiltà preindustriale è stata sempre caratterizzata dalla lentezza.
Per millenni il lavoro, in special modo quello contadino, ha seguito il ciclo immutabile della natura e la capacità di attesa è stata sinonimo di saggezza, occasione per irrobustire l’anima e dare forma al pensiero. L’avvento dell’industria ha rovesciato questo equilibrio ancestrale e il ciclo della produzione ha soppiantato il ritmo della terra e delle stagioni imponendo la dittatura dell’utile e del profitto. Il riposo, il silenzio e i momenti di festa sono identificati dalla società contemporanea come perdite di tempo, così come il lento e paziente cammino dell’apprendimento e della scoperta, dell’allievo e pure del maestro. Fatto di progressi e ritorni, di libri finiti e poi ripresi, di errori e soluzioni, di dubbi più che di certezze. Cammino che troppi oggi vorrebbero sostituire con pericolose scorciatoie in nome di un generico e salvifico “buon senso” diffuso e comune, antagonista e alternativo alla fatica dello studio e dell’esperienza.
La rivoluzione digitale ha ulteriormente accelerato i ritmi in un continuo inseguimento dell’adesso. In questo scenario umano caratterizzato dalla fretta Vinicio Capossela sceglie la lumaca come simbolo di resistenza. “La lumaca” è il brano conclusivo del nuovo album di Capossela, Ballate per uomini e bestie: un incoraggiamento a rallentare il passo e a riscoprire un tempo nel quale cercare profondità senza per questo temere di non lasciare la propria “scia” nel mondo.
Guardiamo alla lumaca e al suo tempo. Per percorrere con lei una “strada lenta e dritta (che) è nuda prima ma scintilla dopo”.
Secondo cortile della Reggia

Domenica 16 giugno 2019

10:00

Lo sport guarisce

Incontro con Giulia Ghiretti (campionessa di nuoto paralimpico), Carmen Acunto (assessora allo sport di San Salvatore Monferrato e atleta paralimpica), Paolo Peschiera (Parma Marathon ASD). Introduce Alberto Monteverdi (Festival della Lentezza).

Sono Giulia, sono nata nel 1994 e lo sport è sempre stato il mio compagno di vita: prima il trampolino elastico poi il nuoto. A gennaio 2010 ho avuto un incidente durante un allenamento di trampolino elastico che mi ha causato una lesione alla colonna vertebrale. Questo ha cambiato la mia vita, togliendomi l’uso delle gambe, ma non il mio modo di essere e di vivere lo sport. Mi sono tuffata in piscina e nell’acqua ho ritrovato la voglia di combattere, di competere e di vincere“.

Partecipazione libera e gratuita fino ad esaurimento posti, non occorre prenotare. Per info: 3271929642.

PER APPROFONDIRE

Biblioteca
10:30

Il tempo che aggiusta le cose

Cerimonia di premiazione della terza edizione del concorso letterario del Festival della Lentezza.

Dal 2017, il Festival della Lentezza indice un premio letterario per racconti inediti. Ogni anno viene scelto un tema, in linea coi valori del Festival. Una giuria di addetti ai lavori, o semplici “lettori forti”, seleziona i racconti più originali e dallo stile più interessante. La giuria del bando 2019 è composta da: Giorgio Boatti (giornalista, scrittore), Monica Arcadu (Psicoterapeuta), Michela Canova, Lucia Gaiotto (Docente della Scuola Holden), Federica Montani (Social Media Manager). Tutti i racconti finalisti vengono raccolti in un ebook gratuito.

Partecipazione libera e gratuita fino ad esaurimento posti, non occorre prenotare. In caso di maltempo l’evento è annullato. Per info: 3271929642.

PER APPROFONDIRE

Primo cortile della Reggia
11:30

Presentazione BIKEBEE

Desideriamo vivere in città meno inquinate e rumorose, che favoriscano forme di mobilità sostenibile come la bicicletta. Un progresso auspicabile, fortemente ostacolato dalla frequenza dei furti: solo in Italia, ogni anno, uno ogni 30 secondi.

Mentre le città si stanno attrezzando con numerosi percorsi ciclo-pedonali resta l’urgenza di proteggere il proprio mezzo. I furti provocano, oltre al danno economico, stress emozionale e frustrazione. Un disagio individuale diventa un problema sociale che le Pubbliche Amministrazioni si trovano a dover risolvere non avendo, tuttavia, gli strumenti adatti per poterlo fare adeguatamente.

Giufi Srl si rivolge ai cittadini e agli amministrazioni proponendo uno strumento che protegge da questo problema: il progetto Bikebee. La startup ha creato il registro digitale delle biciclette che aiuta a recuperare le bici rubate; un’App e una gamma di prodotti innovativi frutto della ricerca sulle tecnologie IoT/M2M, come strumenti di prevenzione molto avanzati.

Tutto questo verrà presentato domenica 16 giugno alle 11.30 presso l’Aranciaia di Colorno (PR), con ingresso libero.

PER APPROFONDIRE

Aranciaia
12:15

La bici di Parma

Presentazione del libro fotografico di Roberto Perotti. Con Gianluca “Foglia” Fogliazza, Annalisa Mombelli e Alberto Montesi (Founder&CEO BikeBee). Introduce e modera Alberto Monteverdi (Festival della Lentezza).

Il libro raccoglie più di un centinaio di fotografie in bianco e nero suddivise in sette capitoli che compongono una vera e propria narrazione a spasso per la città di cui si possono cogliere inusuali prospettive e dettagli ricchi di nuovi significati: una sorta di straordinario quotidiano.

Attraverso inquadrature inusuali ed uno sguardo attento e pronto infatti Roberto Perotti, unendo una sapiente ironia e un’acuta sensibilità, raccoglie istantanee di una quotidianità intima e radicata in Parma.

Partecipazione libera e gratuita fino ad esaurimento posti, non occorre prenotare. Per info: 3271929642.

PER APPROFONDIRE

Sala del Trono
15:00

Il manuale delle 50 piccole rivoluzioni

Non sopporti le ingiustizie? C’è qualcosa nel mondo che non ti piace e vorresti cambiare? Questo è il libro giusto per te! 50 sfide, 50 imprese e 50 atti rivoluzionari che ti aiuteranno a far diventare migliore te stesso, il tuo quartiere e il mondo intero! Diventa un drago della raccolta differenziata, passa un giorno senza energia elettrica, smetti di seguire la moda e gioca alla pari con ragazzi e ragazze. Puoi affrontare le sfide anche da solo, ma sappiamo che le rivoluzioni sono contagiose!

Lo scrittore e giornalista Federico Taddia dialoga con Fabio Brescacin, Presidente di Natura sì. Introduce Marco Boschini, direttore artistico del Festival della Lentezza.

Partecipazione libera e gratuita fino ad esaurimento posti, non occorre prenotare. Per info: 3271929642.

PER APPROFONDIRE

Biblioteca
16:00

Noi siamo tempesta

Sventurata è la terra che ha bisogno di eroi, scriveva Bertolt Brecht, ma è difficile credere che avesse ragione se poi le storie degli eroi sono le prime che sentiamo da bambini, le sole che studiamo da ragazzi e le uniche che ci ispirano da adulti. La figura del campione solitario è esaltante, ma non appartiene alla nostra norma: è l’eccezione. La vita quotidiana è fatta invece di imprese mirabili compiute da persone del tutto comuni che hanno saputo mettersi insieme e fidarsi le une delle altre. È così che è nata Wikipedia, che è stato svelato il codice segreto dei nazisti in guerra e che la lotta al razzismo è entrata in tutte le case di chi nel ‘68 guardava le Olimpiadi.

Michela Murgia ha scelto sedici avventure collettive famosissime o del tutto sconosciute e le ha raccontate come imprese corali, perché l’eroismo è la strada di pochi, ma la collaborazione creativa è un superpotere che appartiene a tutti. Una tempesta alla fine sono solo milioni di gocce d’acqua, ma col giusto vento. Introduce Alberto Grossi (giornalista).
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Partecipazione libera e gratuita fino ad esaurimento posti, non occorre prenotare. In caso di maltempo l’evento è annullato. Per info: 3271929642.

PER APPROFONDIRE

Secondo cortile della Reggia
18:30

Mi piacciono le storie, raccontane altre

Il giornalista e scrittore Federico Taddia intervista il maestro Francesco Guccini, cantautore tra i più noti in Italia. Saluti di Christian Stocchi (Sindaco di Colorno).

Una chiacchierata a tutto tondo intorno alla musica, per parlare di una carriera lunghissima. Aneddoti, curiosità, riflessioni sul passato e sul futuro. A cuore aperto.

Partecipazione libera e gratuita fino ad esaurimento posti, non occorre prenotare. In caso di maltempo l’evento è annullato. Per info: 3271929642.

Secondo cortile della Reggia

Organizzazione

Patrocini

Main sponsor

Media partner

Partner tecnici